Messaggio
  • Diese Seite benutzt Cookies und erlaubt das Setzen von Drittanbieter-Cookies. Es werden keine Profiling-Cookies verwendet. Wenn Sie mit dem Navigieren fortfahren und auf eines der Elemente außerhalb dieses Banners klicken, stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu.Il presente Sito Web utilizza solo cookie di tipo tecnico e di terze parti. Non sono implementati cookie di profilazione. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies.

    Prendi visione della privacy

Montagne e passi in quantità

Questo tour ci porta sui passi di montagna più alti delle Alpi. Per cominciare, si percorrono i 48 tornanti fino al Passo dello Stelvio, a ca. 2760 m di altezza. Il Passo dello Stelvio è il terzo passo più alto delle Alpi!

Le condizioni stradali in alcuni punti sono veramente pessime, per questo consigliamo di mantenere sempre lo sguardo vigile. Incontrerete alcuni lavori stradali - niente panico...si può passare facilmente.

Attraversando la Valle del Braulio fino a Bormio (1217 m), potrete ammirare un paesaggio mozzafiato...ma non fatevi ingannare. La strada sul lato Alto Atesino è in condizioni migliori, ma i tunnel presentano ancora qualche difficoltà. Quindi, occhi aperti.

Arrivati a Bormio, giriamo a sinistra e imbocchiamo la strada per il Passo di Gavia (2621 m), noto per le formazioni rocciose particolari e la vista su tutta la vallata.

Dopo aver raggiunto la cima, si attraversa un tunnel non illuminato; attenzione alla curva improvvisa sulla destra...i motociclisti italiani non sempre hanno i catarifrangenti montati..

Non abbassate la guardia neanche sulla strada che porta a Ponte di Legno (1258 m): oltre ad essere a senso unico, è una strada molto ripida e non indicata per chi soffre di vertigini. Il tratto da Ponte di Legno a Indúdine è più leggero; non rilassatevi a tal punto da perdere l'indicazione per Monno (1066 m) però. Dobbiamo passare per forza per questo paese, se vogliamo raggiungere il Passo di Mortirolo (1896 m) - detto anche „Murtaròl“. Una bellissima strada asfaltata attraverso il bosco, vi porterà in cima al passo.
Mantenendosi sulla sinistra, si ridiscende la montagna con la possibilità di godersi il maestoso paesaggio su tutta la Valtellina!

Proseguendo per Trivigno invece, la strada scende fino a S. Pietro e il Passo di Aprica (1113 m). Da lì, un emozionante tratto asfaltato ci porta alla Valtellina fino a Tresenda; girate a sinistra e continuate il vostro viaggio verso Tirano in direzione Bormio.

Da Mazzo di Valtellina (550 m) potrete ripercorrere nuovamente il Passo di Mortirolo - non si arriva però fino in cima, ma si segue la strada fino a Grosio. Per evitare la noia, consigliamo di non prendere la Superstada per Bormio, caratterizzata da numerosi tunnel, ma di prendere la strada panoramica per la Valtellina.

Da Bormio, inizia la risalita per il Passo dello Stelvio. Da lì, avete due opzioni: potrete fermarvi per un breve snack, oppure proseguire per il Giogo di S. Maria (2500 m). Se decidete di proseguire, prendete la strada per il Münstertal e tornate poi a Sluderno.


Percorsi alternativi:

Dalla Val Poschiavo, facilmente raggiungibile da Tirano, si arriva fino al Passo Bernina o a Forcola di Livigno; proseguire poi per la vallata omonima. Vi consigliamo di fare benzina....si paga veramente pochissimo.

Da Livigno invece, possiamo arrivare a Bormio attraverso il Passo d'Eira e il Passo di Foscagno e successivamente a Sluderno attraverso il Passo dello Stelvio.
Prendendo la strada che costeggia il Lago di Gallo, potrete arrivare in Svizzera attraversando un tunnel soggetto a pedaggio. Per tornare a Sluderno potrete prendere il Passo del Forno.

Testo: Jürgen Theiner

****Hotel Ristorante Pizzeria "Alte Mühle" | via Mazia 24 - I 39020 Sluderno Val Venosta - Alto Adige | T: +39 0473 615238 | p.IVA: BZ01177910211